Partecipa anche tu all'Open Day di Sabato 1 Luglio 2017

Il Decodaggio Fasciale

LA TERAPIA ATTRAVERSO LE FASCE, DALL’EMBRIOLOGIA ALLA MEDICINA QUANTISTICA E DELL’INTENZIONE

Non esiste alcuna tecnica osteopatica che non faccia riferimento alla fascia. Qualunque sia l’approccio al paziente che noi scegliamo, dobbiamo, obbligatoriamente, passare per la fascia. Essa rappresenta il legame fra tutte le tecniche manuali. La fascia è il punto di partenza per la difesa dalla malattia ed è la struttura in cui si memorizzano i diversi traumi.
Il corso si compone di una parte teorica e di una consistente parte pratica.

Docente del corso è Serge Paoletti, osteopata D.O. diplomato in osteopatia presso la Scuola Europea di Osteopatia di Maidstone (GB) nel 1983; docente di stage post-graduate sulla Fascia in Europa ed in Canada; autore del libro “Le Fasce – Il ruolo dei tessuti nella meccanica umana“.

OBIETTIVI DEL CORSO

  • Approfondire la conoscenza del sistema fasciale attraverso la reinterpretazione di embriologia, anatomia, fisiologia e biologia
  • Apprendere i meccanismi delle fasce e le differenti possibilità terapeutiche
  • Entrare in profondità nelle particolarità delle fasce, per comprendere nei dettagli il loro modo di funzionare e di azione.
  • Apprendere le ultime ricerche sulle fasce che consentono di espandere sempre più le potenzialità di intervento terapeutico.
  • Apprendere con la pratica.
  • Applicazione delle tecniche fasciali nei casi specifici di sportivi, persone anziane, donne in gravidanza e neonati.
  • Apprendere le nozioni più utili sulle fasce, la memoria cellulare, i biofotoni, la medicina dell’intenzione e la medicina quantica.

REQUISITI PER PARTECIPARE

  • Osteopati
  • Fisioterapisti
  • Medici
  • Terapeuti della neuropsicomotricità
  • Studenti di osteopatia dopo il III anno

Prenota ora il tuo posto Lasciaci i tuoi dati per ricevere maggiori informazioni





Autorizzo al trattamento i miei dati personali ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m

PROGRAMMA DEL CORSO

TECNICHE FASCIALI – Primo livello

Venerdì 13 maggio 2016

  1. Richiamo sulle Fasce
  2. L’Embriologia al centro del movimento tissutale
  3. Nozioni di Epigenetica. Ruolo delle cellule matrici. La comunicazione cellulare. La relazione struttura-funzione
  4. I fenomeni Biodinamici
  5. Sistematizzazione delle fasce e nozioni di anatomo-fisiopatologia clinica
  6. Patologia delle Fasce: collagenosi, cicatrici e aderenze
  7. Costituzione delle Fasce: fisiologia, biologia e importanza dell’acqua
  8. Le catene fasciali e la relazione con il sistema energetico.
  9. Biomeccanica delle Fasce, nozione di tensegrità
  10. Ruolo delle fasce e loro intervento nei processi patologici e recupero fisiologico
  11. Nozioni di memoria cellulare
  12. Parte pratica
  13. I test di osservazione
  14. I test di ascolto
  15. Le tecniche a leve lunghe applicate all’arto inferiore
  16. Scelta delle tecniche in funzione della patologia del paziente. Casi clinici
  17. Le tecniche a leve lunghe applicate all’arto inferiore continuazione
  18. Le tecniche a leve corte
  19. Le tecniche di ascolto: induzione, trattamento
  20. Modalità di ascolto
  21. Cronologia del trattamento

Sabato 14 maggio 2016

  1. Tecniche fasciali specifiche dell’arto inferiore con nozioni di anatomofisiopatologia e caso clinico
  2. Riequilibrio generale dell’arto inferiore
  3. Il bacino: tecniche specifiche, le chiavi del bacino
  4. Tecniche specifiche dell’anca
  5. Tecniche fasciali specifiche dell’arto superiore e spalla
  6. Casi clinici
  7. Tecniche specifiche per la colonna

Domenica 15 maggio 2016

  1. Il torace: valutazione del diaframma
  2. Le cartilagini del collo
  3. Le tecniche fasciali di correzioni in traslazioni
  4. Le tecniche sui plessi
  5. Le tecniche per la dura madre
  6. Il riequilibrio fasciale antero-posteriore
  7. Il riequilibrio fasciale generale
  8. Discussione

TECNICHE FASCIALI – Secondo livello 

Venerdì 23 settembre 2016

  1. Discussione sul programma precedente
  2. Qualche elemento di ricerca sull’efficacia dell’osteopatia
  3. Le tecniche di translazione
  4. Le tecniche di “désidération”
  5. Le tecniche traffiggenti
  6. Applicazioni tecniche specifiche
  7. Sugli sportivi
  8. Sugli anziani

Sabato 24 settembre 2016

  1. Le date delle lesioni
  2. L’elettromagnetismo
  3. Nozioni di memoria cellulare
  4. Il ruolo dell’acqua
  5. Epigenetica
  6. La medicina dell’intenzione, nozioni di medicina quantica.
  7. Diversi lavori di ricerca
  8. Applicazioni all’osteopatia di tecniche derivanti, i biofotoni
  9. Le donne in gravidanza: trattamenti
  10. I trattamenti intrauterini
  11. Questa parte terrà particolarmente conto delle nozioni sulla memoria cellulare con numerosi esempi clinici e dimostrazione pratica, specie sui neonati.

Domenica 25 settembre 2016

  1. Trattamento delle infertilità
  2. Nozioni di traumatismi intrauterini, applicazioni di epigenetica e di memoria cellulare
  3. Trattamento di uno o due neonati
  4. Tecniche mentali su casi clinici
  5. La medicina dell’intenzione
  6. Nozioni di medicina quantica con applicazioni alla osteopatia
  7. Sintesi del trattamento globale fasciale
  8. Diverse possibilità di trattamento, casi clinici
  9. Discussioni
  10. Prospettive future

Il docente si riserva la facoltà di valutare il livello di approfondimento degli argomenti trattati, rispetto al programma, in base all’indice di attenzione/recepimento della platea. Non sono ammesse riprese video.

Prenota ora il tuo posto Lasciaci i tuoi dati per ricevere maggiori informazioni





Autorizzo al trattamento i miei dati personali ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m

COME RAGGIUNGERCI

Via Galvani, 6/H
31027 - Spresiano (TV)
info@osteopatiatreviso.it
0422 722026

© Copyright 2013-2014 NSO - Nuova Scuola Osteopatia | P.IVA: 04251860260. Tutti i diritti riservati | Segnalato da Tuttosteopatia.it | Sviluppato da Pensando Web